Giovedì, 16 Agosto 2018 (S. Stefano re d'Ungheria)

Sei in: News » Attualità » La prima donna dalla mano bionica: l'intervento è stato eseguito nel Policlinico Gemelli di Roma

  • mail

La prima donna dalla mano bionica: l'intervento è stato eseguito nel Policlinico Gemelli di Roma

La donna, dopo un'incidente, aveva perso la mano sinistra

04/01/2018, 13:13 | Attualità

La prima donna italiana con una mano bionica. L'intervento è stato effettuato nel Policlinico Gemelli di Roma dal neurochirurgo, Paolo Maria Rossini.

Aveva perso la mano sinistra in un incidente, e adesso ne ha una nuova, bionica.

La prima donna italiana ad avere una mano bionica che percepisce il contatto con gli oggetti, realizzata dal gruppo di Silvestro Micera, della Scuola Superiore Sant'Anna e del Politecnico di Losanna. L'intervento è stato eseguito nel giugno 2016 nel Policlinico Gemelli di Roma dal gruppo del neurochirurgo Paolo Maria Rossini. I risultati della sperimentazione sono in via di pubblicazione su una rivista scientifica internazionale.

Almerina Mascarello, vive nel Veneto, aveva perso la mano sinistra in un incidente. 

La mano impiantata è "è una versione migliorata di quella impiantata su un uomo danese nel 2014", dice Micera, con qualche miglioraria in più: mano hi-tech perché, rispetto al 2014 ora l'elettronica, realizzata in parte dall'Università di Cagliari, è racchiusa in uno zainetto. 

Lo zainetto, spiega Micera, è di fondamentale importanza, perchè "racchiude il sistema che registra i movimenti dei muscoli e li traduce in segnali elettrici, poi trasformati in comandi per la mano; un altro sistema trasforma l'informazione registrata dai sensori della mano in segnali da inviare ai nervi e quindi in informazioni sensoriali". Gli elettrodi impiantati nei muscoli sono stati realizzati dall'università tedesca di Friburgo.

La donna ha portato con sé lo zainetto uscendo a Roma, nell'ottobre 2016, sotto il controllo dei responsabili del test. "Dopo sei mesi l'impianto è stato tolto. L'obiettivo ultimo - ha concluso Micera - è rendere questa tecnologia utilizzabile clinicamente. Lo zainetto è stato uno step intermedio e il prossimo passo è miniaturizzare l'elettronica".

Samantha Ciancaglini
tags
Fai una donazione

Rubriche

Video in evidenza

Media

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
percorsitoscani

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@notizienazionali.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo

facebook twitter youtube

© 2001-2018 - È vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuto e grafica.

Reg.Tribunale di Vasto n.141 del 6 Mar 2014 | Anno 5 | numero 228