Sabato, 22 Settembre 2018 (S. Maurizio martire)

Sei in: News » Sport » Serie A, Juve-Napoli duello infinito

  • mail

Serie A, Juve-Napoli duello infinito

Al Milan l’euro-sfida con la Samp

18/02/2018, 23:24 | Sport
Gennaro Gattuso allenatore del Milan

Come Coppi e Bartali.

Se uno accelera per tentare la fuga, l’altro contro-accelera per non perdere la sua ruota. È il leitmotiv in vetta al campionato ormai da nove giornate. Complice il rallentamento dell’Inter e il passo incerto di Roma e Lazio, in serie A siamo tornati alle atmosfere del 2015-16: siamo tornati al dualismo tra il Napoli di Sarri e la Juventus di Allegri. Proprio come due anni fa, i partenopei si sono laureati campioni d’inverno e ora devono reggere l’assedio bianconero.

Come finì allora lo sappiamo: Hamsik e compagni riuscirono a tener testa al generale Inverno ma si sciolsero di fronte all’avanzata della generalessa Primavera, la migliore alleata juventina. Due anni dopo, il Napoli riprova ad accumulare provviste e munizioni in cima al fortino, in attesa dell’offensiva avversaria finale che scoccherà, verosimilmente, da fine marzo. Certo è che, sfumata la possibilità di conquistare lo scudetto dopo trent’anni esatti dal primo maradoniano, i sarriani si stanno producendo in uno sforzo titanico per mantenere la leadership. Inutile dire che nelle ultime nove giornate, superata la sconfitta interna proprio con la Juve e smaltito il pari con la Fiorentina, il Napoli ha sempre vinto. E di fronte a un titano, l’Allegra Armata ha pensato bene di sfoderare la sua fibra al… titanio producendosi in una marcia di inseguimento che ha avuto l’unico neo di cedere un punto agli azzurri.

Ma un punto è un vantaggio davvero irrisorio per il Napoli. Specie al cospetto di una Juventus che, come suo solito, ha già cannibalizzato il campionato, azzerando, di fatto, il resto della concorrenza per lo scudetto. E che ora aspetta di divorare l’ultimo boccone, cioè la capolista, per prenderne il posto. La storia di questo torneo, dunque, la scriveranno il coraggio, l’audacia, la fede della truppa vesuviana nel conservare il primato. Altrimenti, potrebbe essere per l’ennesima volta Juve, e non certo immeritatamente.

Per il momento prosegue il botta e risposta che dura dal 17 dicembre. La Juventus fa sua la stracittadina del mezzogiorno con un gol di Alex Sandro e il Napoli replica, nel pomeriggio, chiudendo la pratica Spal al "San Paolo" dopo soli sei minuti, con un gol di Allan.  Alle spalle delle due grandi contendenti continua a perdere terreno l’Inter, malinconicamente sconfitta sabato al “Ferraris” da un Genoa che sembra aver trovato la strada per la salvezza. E così i nerazzurri sono stati sorpassati dalla Roma, vincente, sempre sabato, in quel di Udine. E c’è pure da considerare che ancora non è scesa in campo la Lazio: qualora i biancocelesti dovessero piegare, domani, il Verona tra le mura amiche, la spallettiana farebbe un ulteriore passo indietro.

Che succede, intanto, alle porte dell’euro-zona? Da una parte l’Atalanta non va oltre un inutile pari interno con la Fiorentina e vede le sue ambizioni scolorirsi.  Dall’altra torna alla carica il  Milan, che batte la Sampdoria al "Meazza" per 1-0 e con i liguri, ora, condivide il sesto posto.

Sul fronte salvezza c’è chi, come il Genoa, veleggia in acque tranquille: ed è il Bologna di Donadoni. I felsinei vincono il derby col Sassuolo e fanno riprecipitare gli estensi nei loro cattivi pensieri. Esce da un lungo momento di buio invece il Chievo: al “Bentegodi” gli uomini di Maran si regalano un po’ di ossigeno cogliendo tre punti in un difficile scontro diretto col Cagliari, e lo agganciano a quota 25 punti. Suscita ammirazione, poi, la terza vittoria casalinga del Benevento, ottenuta ai danni del Crotone: ma di certo è ben lungi dal fare storia.

 

XXV GIORNATA

Udinese-Roma (sabato) 0-2; Chievo-Cagliari (sabato) 2-1; Genoa-Inter (sabato) 2.-0; Torino-Juventus 0-1; Benevento-Crotone 3-2; Bologna-Sassuolo 2-1; Napoli-Spal 1-0; Atalanta-Fiorentina 1-1; Milan-Sampdoria 1-0; Lazio-Hellas Verona (lunedì).

 

CLASSIFICA: Napoli 66; Juventus 65; Roma 50; Inter 48; Lazio 46 (una partita in meno); Sampdoria, Milan 41; Atalanta 38; Torino 36; Udinese 33; Fiorentina 32; Genoa, Bologna 30; Cagliari, Chievo 25; Sassuolo 23; Crotone 21; Spal 17; Hellas Verona 16 (una partita in meno); Benevento 10. 

 

Gianluca Vivacqua
Fai una donazione

Rubriche

Video in evidenza

Media

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
percorsitoscani

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@notizienazionali.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo

facebook twitter youtube

© 2001-2018 - È vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuto e grafica.

Reg.Tribunale di Vasto n.141 del 6 Mar 2014 | Anno 5 | numero 265